Rodi e isole del Dodecaneso

Rodi e isole del Dodecaneso

Walkabout 43

 

Il Walkabout 43 è un fast cruiser di 13 mt del cantiere Walkabout; è costruito in composito ed è stato varato nel luglio del 2010.
E’ una barca progettata e costruita per fare il giro del mondo, è molto larga (baglio massimo 4.5 mt) ed è quindi molto stabile e spaziosa. La carena (ispirata ai moderni open oceanici) è planante e nelle giuste condizioni, si possono raggiungere i 15 nodi in piena sicurezza. Le elevate velocità di crociera permettono degli spostamenti rapidi (alle andature portanti con il vento teso calcoliamo una media di 10 nodi) e di avere quindi più tempo per godersi gli ancoraggi.

Gli interni sono composti da 3 cabine doppie (una occupata dagli skipper) con due bagni, una dinette molto ampia e abitabile, con una cucina con le dimensioni di quelle “da casa”. Il suo punto forte è il pozzetto, che grazie alla larghezza della carena fino a poppa è “enorme”. L’apertura del pozzetto a poppa è larga 3 metri e permette un ampissimo accesso alla spiaggetta che si trova quasi al livello dell’acqua.
E’ completa di tutte le vele più il gennaker rollabile, tender con motore, capottina e bimini, musica in pozzetto, doccia esterna e scaletta per il bagno. Il motore e’ uno Yanmar 54cv estremamente affidabile. La barca è dotata di pannelli solari.
GLI SKIPPER
Lorenzo Leonello e Annalisa De Cesare hanno “sulle spalle” l’esperienza di un giro del mondo di quasi quattro anni su una barca di 10 mt auto-costruita, il precedente Walkabout. Attualmente hanno fondato un cantiere nautico, ed il Walkabout 43 è la prima barca prodotta. Lorenzo e Annalisa sono disponibili a condividere con gli ospiti la loro esperienza maturata sul campo, per quanto riguarda la costruzione, l’allestimento, la regolazione delle vele, gli ancoraggi, la pesca e tutto quello che riguarda la vita a bordo su una barca d’altura.
Gli Itinerari
Dopo oltre 30.000 miglia in giro per il mondo la lezione principale che abbiamo imparato è di essere flessibili. Quindi va bene fare gli itinerari ma poi se “il mare ed il vento non sono d’accordo” si cambia.
In Egeo c’è il Meltemi che può soffiare forte. Siccome è un vento prevedibile conviene, in caso, optare per un itinerario che non preveda lunghe navigazioni in mare aperto, specialmente di bolina.